Mercato dei servizi di dispacciamento (MSD)

Scopri come guadagnare in modo sostenibile

Le aziende che sostengono grossi consumi di energia possono aderire al mercato dei servizi di dispacciamento.

Grazie a questo hanno la possibilità di guadagnare cedendo o modulando una quota di energia in caso di emergenze di rete. 

La questione ambientale e l’ottimizzazione dei consumi sono al centro di un acceso dibattito che coinvolge le imprese oggi più che mai.

Con la delibera 10/06 l’Italia prevede, allineandosi agli altri paesi europei, un sistema di incentivi a favore delle imprese con consumi elevati che accettano di partecipare all’MSD, riconoscendo loro un rimborso proporzionale al consumo.

Con l’adesione all’MSD – mercato dei servizi di dispacciamento – le aziende accettano l’interruzione del servizio energetico una tantum a vantaggio di una più corretta distribuzione dell’energia e di un guadagno certo.

Il mercato di dispacciamento trasforma i clienti in protagonisti del sistema elettrico nazionale; la gestione flessibile dell’energia, infatti, stabilizza la rete elettrica, redistribuisce le risorse aziendali e determina nel tempo l’annullamento degli sprechi energetici.

Meno consumi, più ricavi per l’ambiente e per la tua impresa.

I vantaggi dell’MSD

L’MSD prevede, per le aziende che decidono di aderirvi, un corrispettivo fisso direttamente proporzionale alla capacità espressa in MW aggiudicato tramite asta e uno variabile derivato dalla modularità del mercato stesso.

La condizione per ottenerli è che queste accettino di dare un contributo nel caso di emergenze di rete, modulando il prelievo di energia o cedendola per assicurare la continuità dei servizi elettrici al resto della comunità.

Il meccanismo MSD in sintesi:

  • I consumatori industriali possono accedere al mercato dei servizi di dispacciamento (MSD) modulando il proprio consumo di energia con l’obiettivo di rispondere ai picchi di offerta o domanda elettrica
  • Terna in qualità di gestore del sistema elettrico nazionale, in caso di un problema di stabilità della rete, notifica la necessità di un ordine di bilanciamento all’aggregatore
  • L’aggregatore, detto anche BSP (Balance Service Provider) responsabile della prestazione del servizio offerto sul Mercato dei Servizi di Dispacciamento, modula il carico/la generazione dei partecipanti all’MSD per aumentare o diminuire l’uso di energia
  • I clienti che mettono a disposizione del BSP la loro flessibilità, attuano (manualmente o automaticamente) i piani di modulazione
  • I clienti ricevono una remunerazione per la modulazione effettuata.

Metti una quota di energia a disposizione dell’operatore di rete senza mai interrompere la produzione, ottimizzi i consumi energetici e garantisci alla tua azienda un guadagno sostenibile.

L’adesione all’MSD non prevede la sospensione di alcuna attività aziendale, è sufficiente garantire un certo grado di modulazione dei consumi di energia.

meccanismo-MSD

Ti guidiamo nell’adesione al mercato dei servizi di dispacciamento

Siamo sempre aggiornati sulle normative vigenti in ambito energetico e sulle novità di un settore in continuo movimento.

Non solo guidiamo le aziende nella fase di partecipazione al mercato dei servizi di dispacciamento valutando le condizioni di accesso, ma rappresentiamo un reale intermediario tra imprese e operatori di rete, così da definire un piano di redistribuzione delle risorse energetiche e di efficienza aziendale.

Chi può rientrare nel mercato dei servizi di dispacciamento?

Possono aderire all’MSD aziende provenienti da diversi settori merceologici.

La riduzione di potenza è una scelta responsabile, scopri come guadagnare in modo sostenibile, incontriamoci.





Ho letto e accettato l'informativa sulla Privacy e i termini di utilizzo

    Scroll Up