• Dubbi su quello che paghi in bolletta?
    FatturOK
    e Le tue Bollette di Energia Elettrica, Gas ed Acqua
    aziendali saranno trasparenti
    primo report gratuito
  • Home
  • /
  • Controllo dei costi e dei consumi di ENERGIA, GAS ed ACQUA

Controllo dei costi e dei consumi della Bolletta di ENERGIA ELETTRICA, GAS ed ACQUA

Le aziende sono spesso inconsapevoli di problematiche presenti nelle bollette aziendali di energia elettrica e gas metano.

I problemi più frequenti sono: i costi aggiuntivi, gli errori di fatturazione, i conguagli, la mancanza delle letture dei contatori in fattura e le penali che non sempre vengono messe ben in evidenza. Tali problemi se irrisolti finiscono per gravare sui costi aziendali.

Il "non sapere" se tali costi sono giusti mette in allerta il responsabile aziendale, soprattutto se, successivamente, c'è l'arrivo dei conguagli che danno ulteriore conferma di problematiche dovute alla lettura e all'addebbito ingiusto di somme non dovute nel consumo di energia elettrica, gas ed acqua.

Il servizio FATTUROK è offerto dalla Tecno Accise S.r.l. Socio unico. Per maggiori info cliccare qui

Solo con noi potrai controllare la correttezza dei costi di energia elettrica, di gas e di acqua.





FatturOK ti permette di verificare:

Energia elettrica
L’attuale quadro normativo prevede sostanzialmente penali esclusivamente per i prelievi di energia reattiva. Dal 2016 l’energia reattiva è causa di penali quando prelevata in misura eccedente il 33% dell’energia attiva (sino al 2015 i prelievi addebitati erano quelli eccedenti il 50 % di energia attiva) ed ovvero il cos'è inferiore a 0,95 (sino al 2015 il valore di soglia era pari al ben noto valore di 0,9).
L’energia reattiva viene prelevata in presenza di utenza con carico induttivo. L’utenza maggiormente critica è tipicamente il motore elettrico in fase di rotazione con scarso carico applicato.
Onde evitare penali diviene necessario, in presenza di motori elettrici ed altri carichi induttivi, installare banchi di condensatori e/o quadri automatici di rifasamento.
Il rifasamento è un intervento di efficienza energetica per il quale l’investimento si recupera tipicamente in 2 o 3 anni (sino al 2015 i tempi di recupero erano inferiori all’anno in quanto le aliquote disposte dall’Autorità erano molto più elevate).
Resta un mito il supero di potenza: molti venditori di dispositivi di controllo pubblicizzano ancora oggi prodotti che consentono di distaccare automaticamente i carichi elettrici. In realtà è oltre un decennio che non esistono penali per i superi di potenza.
Altre penali possono essere previste nel libero mercato dal grossista con contratti più o meno capestri. Seppur per fortuna non molto diffuse, esistono soluzioni contrattuali che prevedono penali in caso di prelievi sensibilmente diversi da quelli previsti contrattualmente (ad esempio nel caso di prelievi annuali inferiori ad una certa percentuale dei consumi storici indicati a contratto).
E' utile precisare che tali penali sono previste solo per uso non domestico.

Gas
Le penali nel settore gas, rappresentano un tema maggiormente critico rispetto all’energia elettrica. Per le utenze non domestiche viene fissata contrattualmente la capacità giornaliera Cg di prelievo. Il superamento di tale soglia può in alcune circostanza causare penali molto costose.
In fase di contrattualizzazione sarà molto importante verificare i prelievi giornalieri storici, nonché l’eventuale dismissione o installazione di nuove utenze che possono modificare il profilo storico di prelievo.
Altre penali previste sono eventualmente il supero di volume minimo o massimo prelevato annualmente ovvero il mancato rispetto del rapporto tra consumo invernale e consumo estivo.
Tutte i soprastanti parametri sono molto importanti in fase di offerta di fornitura e successiva stipula del contratto. Il prezzo del metro cubo di gas da solo non esprime la reale competitività di un offerta di fornitura.

Verifica della corretta applicazione delle tariffe stabilite dall'Autorità AEEGSI per le varie voci di costo.
In quadro normativo complesso come quello odierno è sempre più facile imbattersi in errori di fatturazione da parte del fornitore, spesso anche in buona fede, dovuti ad errata applicazione di aliquote e tariffe.
Altri errori che si riscontrano sono i casi di doppia fatturazione ovvero di “fatture pazze” che scaturiscono da errati rilievi delle letture dei contatori da parte del distributore. Quasi inesistente viceversa la casistica di contatori malfunzionanti.

Per le imprese industriali le accise sulle forniture di energia elettrica e gas pesano per circa un 5 – 8 % sui costi totali. Per specifici usi è possibile godere di aliquote agevolate piuttosto che esserne addirittura esentati dal versamento.

I settori notoriamente esenti sono quelli mineralogico e metallurgico. In questi caso occorrono comunque conoscenze approfondite poiché alcuni processi seppur ricadenti in tali settori di fatto non hanno diritto al riconoscimento della detta esenzione.
Viceversa, esistono altri specifici processi industriali che possono essere esentati e non rientrano nei due settori suddetti.

La liberalizzazione del mercato, la diffusione delle rinnovabili e la crisi economica che ha ridotto la domanda, sono tutte concause della drastica riduzione dei costi della materia prima energia osservato negli ultimi anni. Purtroppo, i costi della materia prima sono gravati da innumerevoli altri costi (imposte, trasporto, oneri di sistema, etc) Clamoroso è il caso dell’energia elettrica per la quale i costi della materia prima incidono negli ultimi mesi solo per circa il 25% ! Ebbene, tali altri costi, al contrario della materia prima, sono in aumento e pertanto la riduzione dei costi non viene percepita dagli utenti.

Per le imprese, nel periodo ante crisi economica iniziata neel 2008 era di gran voga l’acquisto dell’energia a prezzo fisso. Tale soluzione consentiva di formare il budget con dei costi attendibili e consentiva di proteggersi dal rischio di rialzo del costo del petrolio. Viceversa, negli ultimi anni, con il prezzo in discesa hanno ripreso terreno le offerte di fornitura a prezzo indicizzato . Per l’indicizzazione sono per lo più scomparsi gli storici panieri di combustibili ed oggi sono utilizzati le quotazioni PUN per l’energia elettrica ed le quotazioni TTF per il gas. Il PUN, acronimo di Prezzo Unico Nazionale, è il prezzo di riferimento dell’energia elettrica acquistata in borsa ed ossia sul portale del GME .

Il TTF è invece l’hub virtuale della borsa olandese del gas. In italia sul GME esiste il PSV (punto di scambio virtuale) che è molto poco liquido e quindi non è utilizzabile quale riferimento. Per il consumatore domestico l’AEEGSI (autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico) ha reso disponibile una area web ove in modo molto semplice è possibile confrontare molte offerte disponibili sul mercato in modo chiaro, semplice e certo. Tale area viene denominata dall’Autorità “TROVA OFFERTE” .

La cosa più complicata da comprendere anche per un esperto è la correttezza di un conguaglio di costi addebitati dal fornitore. Infatti, in barba alla proclamata maggiore trasparenza, negli ultimi tempi sono scomparse le letture dei contatori di consumo nella maggior parte delle fatture.
Ciò significa che mensilmente e soprattutto nel coso di conguagli per il consumatore occorre fare un “atto di fede” e pagare.

Onde verificare la correttezza di un conguaglio occorre disporre quindi di letture aggiornate ed in mancanza richiederle in modo specifico al distributore. Ottenute tali letture occorrerà riverificare tutti i periodi e ricontrollare quanto effettivamente addebitato con una molteplicità di fatture che alle volte può raggiungere un numero molto elevato (talvolta anche 20 o 30 fatture considerando acconti, conguagli, note credito e rifatturazione).

riduzione costi bollette di energia e gas
controllo bollette energia elettrica e gas

Esiste solo un modo per poter realmente capire se le tua bolletta di gas metano o acqua aziendale sono giuste, ovvero, mandarci una bolletta usando direttamente il nostro modulo sottostante.
Noi della Tecno ti offriamo GRATUITAMENTE l'analisi di una singola Bolletta di Gas Metano o di Acqua e ti invieremo in email il risultato del nostro controllo.

Compila tutti i campi richiesti nel e allegaci la tua bolletta di gas o acqua e in 24/48H riceverai il risultato di verifica.





...